La filosofia FIPSAS


Sea Sub Club - logo FIPSAS

Il desiderio di andare sott’acqua è sicuramente insito nella natura umana, come lo è, la voglia di scoprire e esplorare il mondo sommerso.

Il respirare, il vivere l’emozione in un ambiente in assenza di gravità è indubbiamente la fantasia di molti o forse solo il sogno di ogni singola persona che vuol provare la magia di trattenere il respiro con immersioni in apnea o con l’esperienza d’immergersi con le bombole.

È da questo desidero spinto dalla passione del rapporto tra l’uomo e la natura che con energia e volontà, siamo qui a rispondere cosa rappresenti l’attività subacquea.

Oramai, sono trascorsi circa dieci anni da quando questa Scuola Federale FIPSAS di Roma nel suo continuo evolvere, sta dando risposte anche nel realizzare un desiderio successivo che è quello di trasmettere, tramandare ad altri la storia, la filosofia, le esperienze, costruendo un team di subacquei appassionati come noi, che hanno acquisito la consapevolezza e l’importanza di scegliersi i compagni di immersione e privilegiare oltre al puro piacere del divertimento, anche quello di affidarsi a una scelta equilibrata e professionale.

E’ partendo da questa idea, che questa scuola, con l’intento di accogliere le fantasie e soddisfare il desiderio personale in ogni singolo allievo, ha maturato la scelta di insegnare l’energia dell’apnea e della subacquea ricreativa e tecnica con uno “stile appropriato e misurato” che lega i valori storici e di tradizione della scuola dei Marcante e dei Ferrero, con una subacquea moderna senza stravolgere quel forte legame con la storia e con il metodo italiano fatto di rispetto, valori e amore del vivere sociale.

Questo stile di vita, concepisce l’attività subacquea nelle sue varie forme di attività con o senza attrezzatura ricreativa o tecnica, sia come espressione di una disciplina personale, sia comportamentale.

Da qui l’espressione di un gruppo di persone con una passione comune che condividono un ideale e un fare.

L’idea è di concepire la Subacquea nel suo complesso, come un mero strumento per intraprendere un cammino di consapevolezza fatta di esperienze condivise da molti di noi che vivono questa passione comune.

È la conoscenza che affronta i nostri limiti personali con gradualità e allenamento, attraverso lo studio e la pratica più di quanto richieda la disciplina stessa.

Daniele Corvetto